Riordinare con il metodo Marie Kondo

Marie-Kondo-copertina

Marie Kondo, definita spesso una “esperta giapponese del riordino”, è da qualche anno una riconosciuta autorità mondiale per quanto riguarda l’organizzazione delle cose negli spazi domestici.

Marie Kondo è una donna minuta e piena di grazia, che si è lanciata nella sfida del terzo millennio: liberarci del superfluo. Per questo otto anni fa ha pubblicato un manuale di auto-aiuto, “Il magico potere del riordino”, diventato best seller in tutto il mondo e tradotto in trenta Paesi.Marie-Kondo-libro

L’approccio all’ordine non è soltanto pragmatico, ma si porta dietro alcune considerazioni e implicazioni più “spirituali”. Vivere in una casa ordinata trasmette serenità e benessere.

Il suo metodo si basa su un principio fondamentale: dovremmo tutti tenere nelle nostre case soltanto gli oggetti che trasmettono gioia. Oltre all’aspetto del riordino vero e proprio, infatti, il metodo di Marie Kondo – chiamato konmari, dall’abbreviazione del suo nome – ruota intorno allo sbarazzarsi degli oggetti che non servono davvero e a cui non si è affezionati.

Grazie alla nuova serie firmata Netflix, Facciamo ordine con Marie Kondo, possiamo seguire passo a passo il suo metodo.

1. Buttate tutto quello che non usate

Per arrivare a un arredamento ridotto all’osso, bisogna buttare via tutto ciò che non si usa più. Questa operazione si chiama decluttering e consiste nel liberarsi delle varie cianfrusaglie e, soprattutto, dall’ossessione tipicamente occidentale dell’accumulo seriale. Puntate sulla qualità degli oggetti, non sulla quantità.

2. Riordinate per categoria

Marie-Kondo-spaziUn riordino con i fiocchi secondo il metodo di Marie Kondo non si fa stanza per stanza ma semmai a seconda delle categorie. Puntate invece sulle varie tipologie di oggetti, lo sgombro sarà più facile. Incominciate dai quadri, poi passate alle fotografie, agli abiti, agli utensili da cucina… Soltanto così non rischierete di tralasciare nulla.

3. Tenete tutto ciò che vi rende felici

Come criterio di selezione usate l’emotività anziché i parametri estetici. Se un suppellettile vi rende allegri perché vi ricorda un felice momento della vostra vita, non gettatelo via ma conservatelo nel vostro arredo.

7. Createvi un vostro spazio

Una casa armoniosa ha un angolo in cui chi vi abita può rifugiarsi per un momento di relax. Scegliete il punto in cui più vi sentite a vostro agio e posizionate lì gli oggetti a voi più cari. Un vero e proprio power spot in cui ricaricare le batterie.

8. Semplificate l’organizzazione degli spazi

Uno spazio ben sfruttato è quello organizzato al meglio. Fatevi aiutare da libreriemensolescaffalature su misura e da tutto ciò che può potenziare l’organizzazione spaziale di una stanza.

9. Sistemate tutto in verticale

Marie-Kondo-cucinaLa verticalizzazione degli oggetti è un altro escamotage caldamente consigliato dalla Kondo. Collocare suppellettili e arredamento in verticale permette di avere sempre tutto a portata di mano e ben visibile. Questo aiuta ad uscire dell’accumulo ossessivo compulsivo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *